Dal 1° luglio 2018 il ReI diventa misura universalistica

L'abrogazione dei requisiti familiari decorre dalle richieste presentate dal 1° Giugno 2018: disponibile il nuovo modello di domanda.

  •   07 Giugno 2018

Dal 1° giugno 2018 il ReI - Reddito di Inclusione è diventata una misura universalistica e possono presentare domanda tutti coloro che hanno un ISEE fino a 6mila euro, un ISRE fino a 3mila euro e altri specifici requisiti economici, indipendentemente dalla composizione familiare. Dal momento che il ReI è una misura fruibile dal mese successivo a quello della richiesta, l'abrogazione dei requisiti familiari sarà effettiva dal 1° Luglio 2018.

Si ricorda che il ReI - Reddito di Inclusione, la misura nazionale di contrasto alla povertà che può essere richiesta dal 1° dicembre 2017, si compone di due parti: 1. un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta REI); 2. un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto sotto la regia dei servizi sociali del Comune.

Dopo il 1° luglio, secondo le stime governative avranno diritto al Rei 2,5 milioni di poveri assoluti, cioè la metà dei 5 milioni di persone in tale condizione (Istat, 2018), quelle appunto in peggiori condizioni economiche. 

A tal fine, l'INPS ha pubblicato il nuovo modello di domanda, che recepisce le novità previste dalla legge di bilancio 2018.